Vene varicose nell'utero: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

dolore addominale in una donna con vene varicose uterine

Le vene varicose delle gambe sono una patologia ben nota a molte persone moderne in prima persona. Quasi ogni terza donna in età riproduttiva lo affronta. Ma una tale diagnosi come "vene varicose uterine" può portare qualsiasi paziente a paura e smarrimento. Dopotutto, questa malattia è molto rara ed è poco conosciuta. Inoltre, questa malattia è difficile da diagnosticare, poiché spesso procede quasi in modo asintomatico.

vene varicose dell'utero

Cos'è

Le vene varicose dell'utero (vedi foto sopra) sono una malattia in cui le pareti dei vasi sanguigni diventano troppo sottili, lunghe e anelastiche. Molte persone pensano che questo possa accadere solo con le gambe, ma in realtà non è affatto così. Le vene varicose, infatti, possono originarsi in qualsiasi parte del corpo attraverso la quale passano i vasi sanguigni.

Sorprendentemente, le vene varicose uterine vengono diagnosticate abbastanza spesso, ma nonostante la sua prevalenza, comporta un enorme pericolo. Di solito, questo difetto si verifica con un quadro clinico lieve. Inoltre, i suoi segni sono spesso percepiti come sintomi di malattie degli organi riproduttivi, il che aggrava solo la situazione a causa della mancanza delle cure necessarie.

Spesso, la patologia può essere rilevata solo durante la gravidanza. Dopotutto, è durante questo periodo che il corpo di una donna subisce la diagnostica più approfondita e dettagliata.

Le ragioni

Varie condizioni possono portare alla malattia. Tra questi, gli esperti identificano diverse cause principali delle vene varicose uterine.

  • Squilibrio ormonale. Il corpo femminile è costantemente soggetto a picchi nei livelli di elementi vitali ad ogni ciclo mestruale. Inoltre, i disturbi ormonali si verificano spesso durante la menopausa e la gravidanza, nonché durante l'assunzione di contraccettivi orali.
  • Aborti regolari.
  • Patologie degli organi riproduttivi. Il pericolo maggiore è rappresentato da malattie che si verificano da molto tempo senza un trattamento appropriato.
  • predisposizione ereditaria.
  • Parto frequente.
  • Portare un bambino grande.
  • Anomalie di natura congenita relative ai vasi della cavità uterina.
lavoro sedentario come causa di vene varicose uterine

Gruppo a rischio

Tra le altre cose, la probabilità di sviluppare vene varicose uterine aumenta significativamente sotto l'influenza di tali condizioni:

  • obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • cattive abitudini;
  • eccessiva attività fisica;
  • patologie endocrine;
  • un aumento delle dimensioni dell'organo stesso.

Durante la gravidanza, questa malattia appare sullo sfondo del rilascio di progesterone nel flusso sanguigno. Questo ormone può non solo ridurre il tono degli elementi riproduttivi, ma anche le pareti dei vasi sanguigni. Di conseguenza, sono eccessivamente saturi di sangue a causa di disturbi nel processo di deflusso e sono notevolmente allungati.

È interessante notare che la patologia può coprire altri organi del sistema genito-urinario. Meno spesso diagnosticate sono le vene varicose della cervice, delle ovaie e persino delle parti riproduttive esterne del corpo.

Sintomi

Di solito, i segni delle vene varicose uterine sono lievi. Inoltre, spesso assomigliano a manifestazioni di infiammazione, a seguito delle quali la vera patologia passa semplicemente inosservata.

Molto spesso, la malattia viene rilevata durante la gravidanza, poiché è in questo momento che l'organo è soggetto al carico maggiore, il che contribuisce alla rapida progressione del difetto. Di solito, i primi sintomi delle vene varicose uterine sono:

  • il dolore nell'addome inferiore, aggravato o insorto dopo lo sforzo fisico e l'intimità, può essere somministrato alla parte bassa della schiena;
  • cambiamento anormale nel ciclo mestruale: lo scarico diventa troppo scarso e la loro durata aumenta;
  • c'è una maggiore sensibilità della vagina;
  • durante il parto, la malattia si manifesta come una sensazione di pienezza nell'ipogastrio.
dolore nell'addome inferiore con vene varicose uterine

A proposito, molte donne prendono l'ultimo sintomo per l'inizio del travaglio pretermine.

Di solito, la malattia è estremamente difficile da identificare in base ai sintomi. Il trattamento delle vene varicose uterine è spesso ritardato proprio a causa delle difficoltà di diagnosi. Ecco perché molte donne affrontano le complicazioni di questa malattia.

Le vene varicose dell'utero comportano un grande pericolo, poiché le pareti assottigliate ed espanse dei vasi possono essere ferite e strappate. Sullo sfondo di questi processi, si verifica l'anemia. Inoltre, questa malattia può causare complicazioni durante il parto e il travaglio.

Le vene varicose dell'utero hanno un quadro clinico cancellato, mentre rappresentano una minaccia per la salute di una donna. Trovarlo è sempre estremamente difficile, quindi dovresti usare tutti i tipi di esami ed esaminarli il più attentamente possibile.

Diagnostica

È semplicemente impossibile fare una diagnosi di "vene varicose nell'utero" solo sulla base di un esame ginecologico e della storia raccolta. Dopotutto, qualsiasi manifestazione specifica di questa malattia è insolita. L'ecografia Doppler è consigliata per il rilevamento delle vene varicose intrauterine. Questa procedura consente di esaminare attentamente lo stato dei vasi sanguigni nell'utero e determinare la presenza della malattia. Inoltre, al paziente possono essere prescritti esami ausiliari:

  • Laparoscopia;
  • Scansione TC degli organi pelvici;
  • ovaricografia selettiva;
  • flebografia.

Tra le altre cose, dovrebbe essere esclusa la possibilità della presenza di endometriosi, neuropatia che si è manifestata dopo l'intervento chirurgico, deviazioni nella localizzazione dell'utero e processi infiammatori nell'intestino. In altre parole, è molto importante condurre una diagnosi differenziale. Dopotutto, i sintomi delle condizioni descritte sono molto simili alle manifestazioni delle vene varicose.

È possibile scegliere il regime di trattamento appropriato solo dopo aver superato una diagnosi completa.

Vene varicose dell'utero: cosa fare

Nel trattamento di questa malattia vengono utilizzati con successo sia i metodi conservativi che quelli chirurgici. Due specialisti sono contemporaneamente coinvolti nella soluzione di un tale problema: un flebologo e un ginecologo.

La terapia conservativa prevede l'uso di:

  • agenti antipiastrinici;
  • agenti venotonici;
  • farmaci antinfiammatori.

Vale la pena dire che durante il parto del bambino, tutti i farmaci proposti sono controindicati. Quindi al paziente durante la gravidanza viene raccomandato l'esercizio terapeutico. Inoltre, le donne in questo momento vengono mostrate con indosso biancheria intima a compressione.

nuoto con vene varicose

Dopo il completamento della terapia farmacologica, il paziente deve mantenere uno stile di vita sano. È fondamentale abbandonare le cattive abitudini e fornire al corpo una piena attività fisica ogni giorno.

Inoltre, il trattamento delle vene varicose uterine comporta il mantenimento di una dieta equilibrata. Durante il periodo di terapia, è molto importante reintegrare il menu giornaliero con la massima quantità di frutta, verdura, crusca, componenti del latte fermentato e cibi ricchi di iodio. Inoltre, viene mostrata la conformità con il regime di consumo. La dieta prevede anche il rifiuto di cibi fritti, grassi, affumicati e piccanti, dolciumi e altri dolci.

alimenti per le vene varicose

Come trattare le vene varicose uterine? Oltre a seguire una dieta e assumere farmaci, si consiglia a una donna di nuotare, fare regolarmente una doccia di contrasto e partecipare a un massaggio linfodrenante. Tutte queste procedure accelereranno significativamente il processo di guarigione.

Altri trattamenti

In alcuni casi, le vene varicose uterine possono essere un'indicazione per un intervento chirurgico. Di solito, gli specialisti ricorrono alla chirurgia con una forte progressione della patologia. Durante l'intervento chirurgico, i vasi danneggiati vengono completamente rimossi e sostituiti con protesi speciali.

laparoscopia per le vene varicose

Inoltre, le vene varicose dell'utero possono essere trattate mediante laparoscopia. Durante questa procedura, l'integrità della pelle non viene violata, vengono praticate solo piccole forature, attraverso le quali vengono rimosse le vene danneggiate. Al momento della chirurgia endovascolare a raggi X, il processo è completamente controllato con l'aiuto di dispositivi speciali. In questo caso, i cateteri vengono inseriti nei vasi.

In alcuni casi, la terapia farmacologica è combinata con ricette popolari. Un buon risultato nella lotta contro le vene varicose può essere ottenuto con l'aiuto di ippocastano, kombucha, dente di leone e altre piante medicinali. Ma possono essere usati solo previo accordo con il ginecologo.

pillole per le vene varicose

Caratteristiche del parto

Se durante la gravidanza una donna ha le vene varicose dell'utero, sorge sempre una domanda del tutto logica riguardo al parto. In questi casi, al paziente può essere assegnato sia un taglio cesareo che un parto naturale. La decisione finale spetta sempre al medico. In generale, la situazione dipende dal grado di abbandono della patologia e dalla presenza di un pericolo per la vita della madre e del bambino.

Prevenzione

Per prevenire l'insorgenza di vene varicose, dovresti seguire uno stile di vita sano, mangiare bene, cercare di fornire al corpo una normale attività fisica. Se c'è il rischio di sviluppare la malattia, dovresti contattare uno specialista che ti aiuterà a scegliere gli agenti venotonici giusti.

Le vene varicose sono considerate una patologia molto grave. Ecco perché è molto importante quando si verifica una malattia curarla in tempo per prevenire lo sviluppo di ogni sorta di complicanze.

esercizi per le vene varicose durante la gravidanza

Effetti

Come già accennato, le vene varicose uterine sono considerate una malattia pericolosa quasi asintomatica. Ecco perché questo difetto comporta spesso il verificarsi di varie complicazioni. Molto spesso, le donne sullo sfondo delle vene varicose affrontano tali complicazioni:

  • interruzioni del ciclo mestruale;
  • insufficienza placentare;
  • trombosi venosa;
  • tromboflebite.

Alcune donne credono che la patologia sia una controindicazione all'intimità. Tuttavia, in realtà non è così: è possibile fare sesso se non provoca disagio. Ma per quanto riguarda l'uso dei contraccettivi orali, vale la pena consultare un ginecologo. Di norma, tali farmaci per le vene varicose sono severamente vietati. Quindi, per prevenire ogni tipo di complicazione in futuro, dovresti scegliere un altro metodo contraccettivo.